menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sampierdarena: notte di controlli nei circoli privati

Nel complesso sono state identificate 73 persone, di cui 25 con pregiudizi di polizia. Diversi i provvedimenti nei confronti di alcuni locali

La polizia prosegue nell'attività di monitoraggio dei circoli privati nella delegazione di Sampierdarena, adottando i provvedimenti di revoca e sospensione delle licenze di somministrazione.

Lo scorso 18 giugno personale del commissariato Cornigliano ha notificato il provvedimento del questore di sospensione dell'autorizzazione alla somministrazione per 20 giorni nei confronti del titolare del circolo privato “A Otro Nivel” di via Sampierdarena.

Il provvedimento è stato adottato a seguito agli esposti dei residenti circa il disturbo arrecato nelle ore notturne dalla musica ad alto volume e le intemperanze degli avventori, resisi responsabili di danneggiamenti alle autovetture in sosta e ai portoni degli stabili.

Il locale, fin dalla sua apertura nel gennaio del 2014 con la denominazione “Latin Palace”, è stato sottoposto a diversi controlli da parte del commissariato Cornigliano, riscontrando irregolarità e la costante presenza di clienti con precedenti di polizia.

Non ultimo, lo scorso 8 giugno, l'episodio dell'aggressione alle pattuglie della polizia da parte di un gruppo di persone ubriache che aveva trascorso la notte nel locale, abusando di bevande alcoliche.

Questa notte sempre il personale del commissariato Cornigliano, coadiuvato dalle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Genova, dal personale della polizia annonaria della Siae, ha effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio a Sampierdarena.

Presso il circolo “Gine la Passion” di via Caveri si è provveduto alla notifica dell'avvio di procedimento per la revoca della licenza di somministrazione con sospensione immediata della stessa. Il provvedimento è stato adottato a seguito dei numerosi controlli svolti dal settembre dello scorso anno dal commissariato, che hanno evidenziato irregolarità, episodi di schiamazzi e disturbo della quiete pubblica, presenza di avventori con precedenti di polizia.

Durante la notifica la titolare, una ecuadoriana di 36 anni e il compagno della stessa, suo connazionale e coetaneo, si sono opposti con violenza e sono stati pertanto denunciati per i reati di resistenza, minacce e oltraggio a pubblico ufficiale.

Sono stati inoltre eseguiti controlli al circolo “Onda Latina” in via Sampierdarena e al bar “El Tigre” di via Dottesio, dove la polizia annonaria ha sanzionato alcune irregolarità.

Nel complesso sono state identificate 73 persone, di cui 25 con pregiudizi di polizia. Tra di esse un 27enne originario dell'Ecuador, identificato nel circolo “Onda Latina”, a carico del quale è emerso un ordine di carcerazione della procura di Genova per espiare la pena di 3 mesi di reclusione e che pertanto è stato arrestato e associato alla casa circondariale di Marassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento