menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: violano le norme anti contagio, chiusi 5 locali

Notte di controlli nel quartiere di Sampierdarena da parte di carabinieri e polizia. L'operazione ha consentito d'identificare oltre 100 persone

Nel corso della notte tra martedì 14 e mercoledì 15 luglio 2020 è stata svolta attività di controllo congiunta nel quartiere di Sampierdarena. I carabinieri del comando provinciale di Genova si sono divisi il territorio del quartiere in due quadranti con la polizia di Stato per rendere maggiormente incisiva la prevenzione delle forze dell'ordine, specie nel periodo estivo.

Sono state effettuate anche numerose ispezione presso esercizi commerciali e di ristorazione della zona insieme a personale specializzato del Nas, per ciò che riguarda i controlli in materia igienico-sanitaria. I controlli hanno interessato anche quei luoghi, che, per caratteristiche e peculiarità, risultano sensibili sotto il profilo dell'ordine e della sicurezza pubblica. In particolare sono state controllate le principali piazze, slarghi e luoghi di aggregazione del quartiere del ponente genovese.

Sono state eseguite anche perquisizioni nei confronti di pregiudicati della zona nonché maggiore controlli nei confronti di soggetti sottoposti a misure di limitazione della libertà personale. L'operazione, che ha consentito d'identificare oltre 100 persone, non si è limitata solamente alle aree cittadine ma ha interessato anche le principali arterie stradali con capillari posti di controllo.

Il bilancio per l'Arma di tale servizio coordinato è di 5 esercizi di ristorazione chiusi e una persona denunciata; in particolare i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Sampierdarena hanno proceduto alla chiusura provvisoria per cinque giorni di 5 esercizi di ristorazione (tra piazza Vittorio Veneto, via Fillak e via Buranello) per reiterata violazione della normativa anti covid-19: gli esercizi commerciali hanno ripetutamente violato le disposizioni emanate al fine di evitare e contenere la diffusione del virus.

Nell'ambito del medesimo servizio è stato denunciato anche un nordafricano per detenzione ai fini di spaccio di droga: quest'ultimo, controllato in piazza Masnada con l'ausilio delle unità cinofile, sottoposto a perquisizione, aveva nascosto circa 10 grammi di marijuana.

Il servizio straordinario di controllo del territorio ha visto impiegate oltre 15 pattuglie e 30 carabinieri, in divisa e in borghese, e con l'ausilio di reparti dell'Arma altamente specializzati quali il Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Genova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Riaperture dal 20 aprile, ci sono le condizioni»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento