menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sampierdarena: tenta di estorcere denaro fingendosi una poliziotta, arrestata

Si è finta un’agente di Polizia impegnata in un servizio antidroga in borghese tentato di estorcere al malcapitato la somma di 250 euro. Ma all'appuntamento concordato per la consegna si sono presentati anche gli agenti

Ieri mattina, un genovese ha contattato il 113 per denunciare agli operatori che nella sera precedente a Sampierdarena, prima di recarsi al lavoro, era stato fermato da una donna qualificatasi come un’agente di Polizia impegnata in un servizio antidroga in borghese.

La stessa, dopo avergli fatto svuotare il contenuto delle tasche ed esaminato gli effetti personali, si è annotata su un foglietto le generalità dell’uomo e il suo numero di cellulare, congedandolo con la promessa che lo avrebbe richiamato per riferirgli l’esito dell’accertamento.

In effetti qualche ora più tardi l’ha contattato telefonicamente, minacciandolo che se avesse voluto evitare qualsiasi problema, avrebbe dovuto consegnarle la somma di 250 euro, fissandogli un appuntamento per la mattina successiva.

Il genovese, allarmatosi da tale richiesta e soprattutto dall’atteggiamento poco professionale della sedicente poliziotta, ha ritenuto opportuno avvisare il 113. Immediatamente gli operatori della centrale operativa, intuendo il raggiro, hanno allertato la volante del commissariato Cornigliano, che a sua volta ha contattato il denunciante, accordandosi perché all’appuntamento fossero presenti anche i veri poliziotti.

Difatti, alle 8.40 circa, la donna si è presentata nel luogo concordato dove erano già presente il genovese e gli agenti del commissariato, appostati nei pressi, che osservavano la scena.

I due, dopo un breve scambio di parole, si sono avvicinati a uno sportello bancomat e, prima che il genovese procedesse al ritiro della somma pattuita, gli operatori sono intervenuti bloccando la donna e accompagnandola presso gli uffici della questura.

Dopo gli accertamenti l’impostora, un’italiana di 37 anni con numerosi precedenti per delitti contro la persona e il patrimonio, è stata arrestata per il reato di tentata estorsione e associata alla casa circondariale di Pontedecimo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento