Sampierdarena, un'app che "censisce" i negozi per incentivare lo shopping

La nuova applicazione, sviluppata da un residente del quartiere, è attualmente disponibile per Android e finalizzata a supportare il tessuto commerciale locale

Si chiama “San Pier d’Arena shopping”, ed è un’app sviluppata a Sampierdarena, e pensata per Sampierdarena, da un residente di Sampierdarena: obiettivo, riqualificare il quartiere e rilanciare il commercio sfruttando anche la tecnologia. 

«Questa app è sostanzialmente una guida agli acquisti nei negozi di San Pier d’Arena che consente l'utilizzo di filtri di ricerca singoli e multipli e offre la georeferenziazione di tutte le attività commerciali su mappa Google - spiega Andrea Sinisi, il suo creatore - Non ha scopi pubblicitari né di lucro, ma fornisce gratuitamente informazioni sulle attività commerciali del quartiere».

L’app è attualmente disponibile per Android, gratuita, mentre per dispositivi iPad è fruibile da desktop all’indirizzo https://www.sesgenova.it/portale/: all’interno gli esercizi commerciali suddivisi per tipologia, via e “macro-area” (comprese le zone di Mura degli Angeli e via Dino Col), con la possibilità di cercare una singola attività a seconda delle esigenze e dei dati in possesso. 

«Questa applicazione è un'idea nata in seguito al “Censimento delle attività commerciali/produttive e dei locali commerciali di San Pier d’Arena” condotta dal gruppo di cittadinanza attiva di cui faccio parte, Officine Sampierdarenesi - spiega ancora Sinisi - Un lavoro che non ha la pretesa di avere valore istituzionale, né la presunzione di essere priva di errori e/o imprecisioni, ma è sicuramente però l'unico documento che dia un'indicazione sullo stato attuale del commercio sampierdarenese e sull’occupazione dei locali commerciali presenti nel nostro territorio, un prospetto reale e non basato sulla percezione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La speranza è che l’app non sia soltanto uno strumento utile a supportare le attività del quartiere, ma anche uno stimolo per trovare soluzioni anche istituzionali in grado di rilanciare l’economia. A gennaio, sempre in quest’ottica, proprio a Sampierdarena era nato il primo “centro commerciale di quartiere”, progetto firmato da Doro (catena di supermercati che fa capo al gruppo Sogegross) che ha coinvolto una serie di attività della zona per rilanciare e rinforzare il tessuto economico attraverso un un circolo virtuoso che ha il suo centro in corso Martinetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paola Cortellesi è Petra, l'ispettore genovese: «Il mio personaggio non fa la femminista, lo è»

  • Genovese di 98 anni trova un BFP da 100mila euro durante il lockdown: parte dei soldi alla ricerca

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • Coronavirus al San Martino, un'infermiera e un paziente positivi

  • 'Boom' di accessi ai pronto soccorso, ambulanze ferme al Galliera

  • Coronavirus: aumento di casi nel centro storico di Genova, ma nessun cluster

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento