menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendio in salita Pollaiuoli, 15 persone evacuate: incerta la data del ritorno a casa

Gli inquilini evacuati non potranno fare ritorno alle loro case sino a quando le indagini di Vigili del Fuoco e Polizia non saranno concluse

Un uomo ricoverato per intossicazione, 15 persone evacuate e tanta paura: questo il bilancio dell’incendio che in mattinata è divampato in salita Pollaiuoli, a due passi da piazza delle Erbe, nel cuore del centro storico, al piano ammezzato di un palazzo al civico 13.

L’allarme è scattato intorno alle 9, quando il fumo ha incominciato a uscire dall’androne e dalle finestre mettendo in allarme i residenti: a dare l’allarme è stata una bimba di soli 7 anni, sola in casa dopo che i genitori erano andati a lavorare, che è uscita di casa e nonostante la paura è riuscita a chiamare i soccorsi. Ascoltata dalla polizia, intervenuta sul posto insieme con due squadre dei Vigili del Fuoco e alla Municipale, ha spiegato di avere notato una scintilla uscire dal quadro elettrico, probabilmente dovuta a un cortocircuito, e di essere fuggita tirandosi dietro la porta blindata.

Proprio la porta blindata ha costretto i pompieri a usare il flessibile per segare le sbarre di una finestra ed entrare per iniziare le operazioni di spegnimento delle fiamme, proseguite per tutta la mattina. In totale sono 5 gli appartamenti danneggiati, compreso quello da cui è partito l’incendio, alcuni dei quali molto probabilmente resteranno inagibili anche nei prossimi giorni: i Vigili del Fuoco, ancora impegnati nella bonifica intorno alle 18, hanno riscontrato diversi problemi nelle solette, che lascerebbero pensare a rischi di cedimento della struttura.

Le condizioni dell’uomo ricoverato al Galliera per intossicazione da fumo, intanto, sembrano migliorare, e la bimba, anche se sotto shock, si è riunita senza gravi conseguenze alla madre, arrivata sul posto pochi minuti dopo l'allarme. Resta l’incognita per il resto degli inquilini evacuati, che di certo stasera non potranno fare ritorno alle loro case e che forse dovranno rimanerne fuori per diverse notti, sino a quando le indagini di Vigili del Fuoco e Polizia non saranno concluse e non verrà dato il via libera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento