Saldi: tanta gente ma «vendite insoddisfacenti» per il primo giorno

Il commento di Confesercenti: «Vendite come in un normale sabato»

Tanto fumo ma poco arrosto per il primo giorno di saldi invernali 2020 a Genova. In altre parole, tanta gente in centro ma vendite non soddisfacenti: è questo il primissimo bilancio tracciato da Confesercenti, a negozi ancora aperti.

«Abbiamo lavorato come in un normale sabato dell'anno dal segno positivo, certo, ma niente di paragonabile all'inizio dei saldi di qualche anno fa. D'altra parte, cadendo la data in concomitanza con l'inizio del ponte dell'Epifania, era logico aspettarsi un afflusso modesto, perché molti ne hanno approfittato per andare a sciare o, comunque, per trascorrere qualche giorno fuori città. Possiamo dire che i nostri principali clienti, oggi e verosimilmente per tutto il weekend, saranno soprattutto i turisti», commenta Francesca Recine, presidente di Fismo Confesercenti Genova.

«Che l'inzio saldi sia troppo anticipato, ormai, è un problema che noi commercianti denunciamo da tempo - prosegue Recine -. Quest'anno, poi, sarebbe stato ancora più logico posticipare il via di almeno una settimana, per scongiurare la concomitanza con un ponte festivo: non ci resta quindi che confidare in un recupero durante la settimana e nel prossimo weekend, quando molti genovesi saranno rientrati dalle ferie».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Saldi: gli articoli più richiesti

Intanto, però, è possibile una prima indicazione dei prodotti più ricercati: capispalla, abbigliamento di stagione e, naturalmente, scarpe. Proprio le calzature sono, tradizionalmente, tra gli acquisti più gettonati durante i saldi e quest'anno, secondo l'indagine Confesercenti Swg diffusa nei giorni scorsi, saranno richieste da un italiano su due, considerato, naturalmente, quanti prevedono di approfittare delle vendite ribassate. Secondo la stessa indagine, ci si aspetta una spesa media di 168 euro a persona, anche se la maggior parte acquisterà per meno di 100 euro, il 47% spenderà tra i 100 ed i 300 euro e il 10% ha previsto una spesa addirittura superiore ai 300 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Le bucano le gomme perché lesbica, lo sfogo dell'infermiera Camilla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento