menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sacro Cuore: salva la scuola di Castelletto, chiude solo la media

Salvati quasi tutti i posti di lavoro dei ventotto docenti impiegati nello storico istituto di via Lorenzo Stallo. Ecco tutte le novità che riguardano la scuola Sacro Cuore di Castelletto

Genova – A febbraio la notizia che aveva scosso un intero quartiere: lo storico istituto Sacro Cuore, di via Lorenzo Stallo, a Castelletto, era prossimo alla chiusura. Asilo nido, scuola materna, primaria e media, con 150 bambini al suo interno e circa 30 docenti a rischio licenziamento. Uno status symbol per il quartiere della “Genova bene”, ma anche una necessità visto che si tratta di una delle poche scuole presenti in zona.

Questa settimana, a due mesi di distanza dalla triste notizia, i sindacati della Cgil annunciano che, contrariamente a quanto era stato annunciato già da tempo dall'Ente Gestore con l'avvio del licenziamento di tutto il personale, l'attività della scuola prosegue e si salvano così ventotto posti di lavoro.

Il ripensamento dell'Ente segue una fase di intenso confronto che ha visto impegnati insieme i genitori, il personale, le organizzazioni sindacali e gli Enti Locali. Nell'incontro è stato preso atto di un diverso atteggiamento dell'Ente Gestore, che ha concordato con i sindacati la prosecuzione di attività delle sezioni primavera e della scuola dell'infanzia e primaria.

Ciò consente di mantenere in servizio sia il personale docente che quello non docente (cuoco, collaboratori e addetti alle pulizie). Confermata invece la chiusura della scuola media, già decisa da alcuni anni, che avverrà contestualmente all'uscita degli ultimi alunni di terza. Per i sette docenti in servizio verrà assicurato il pagamento di stipendi, tfr e ogni altro compenso entro il prossimo settembre e saranno successivamente attivati tutti gli ammortizzatori sociali ordinari e in deroga oggi previsti.

«Riteniamo – afferma la Cgil - che gli obiettivi raggiunti, frutto di un confronto cui tutti hanno partecipato in modo serio e responsabile, siano ancor più apprezzabili nel quadro di pesanti difficoltà che sul piano occupazionale vive la realtà genovese. Oltre alla tutela assicurata ai lavoratori, ci sembra importante la salvaguardia della continuità didattica per i 140 alunni, che l'intesa di oggi garantisce».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento