rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

In borsa profumi rubati per 445 euro, arrestato

Protagonista della vicenda un ventenne senza fissa dimora, già noto alle forze dell'ordine per precedenti reati di furto aggravato e rapina

Un giovane è stato arrestato in quanto sorpreso a rubare cinque profumi, per un valore complessivo di 445 euro, presso la Coin di via XX Settembre. Sul posto, nella tarda mattinata di lunedì 10 gennaio, sono intervenuti gli agenti del nucleo Reati Predatori reparto polizia giudiziaria della polizia locale di Genova.

Intorno alle 12.30, un dipendente del reparto profumeria del negozio ha notato un uomo, intento a prelevare alcuni prodotti dagli scaffali, per poi infilarli in una grossa borsa a tracolla, apparentemente vuota. Il dipendente, mentre l'uomo era ancora in azione, ha quindi contattato la polizia locale, segnalando quanto stava accadendo. 

Giunto sul posto, un agente in borghese ha colto a sua volta l'uomo nell'atto di nascondere un altro prodotto nella tasca della giacca. Lo ha quindi fermato all'uscita del negozio, dopo che questi aveva oltrepassato le barriere senza che suonasse l'allarme antifurto perché, precedentemente, aveva provveduto a rimuovere le etichette antitaccheggio dai prodotti.

La refurtiva è stata quindi recuperata e posta sotto sequestro: in tutto cinque profumi, per un valore complessivo di 445 euro. Essendo sprovvisto di documenti di riconoscimento e di un titolo attestante il diritto di soggiorno in Italia, il giovane è stato accompagnato presso la questura di Genova per le procedure di identificazione.

Identificato, è risultato essere un ventenne senza fissa dimora, già noto alle forze dell'ordine per precedenti reati di furto aggravato, rapina e inosservanza della normativa sull'immigrazione. Il giovane è stato poi condotto negli uffici della polizia giudiziaria per la redazione degli atti.

Poiché colto in flagranza di reato, è stato sottoposto a perquisizione personale. Nella borsa a tracolla è stata trovata una porzione di forbice appuntita; una lametta da rasoio era invece sotto ai pantaloni. I gestori del grande magazzino hanno sporto formale querela. Il giovane è stato posto in stato di arresto per tentato furto aggravato dalla violenza sulle cose esposte. Questa mattina l'arresto è stato convalidato e il tribunale ha disposto il divieto di dimora nella città di Genova.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In borsa profumi rubati per 445 euro, arrestato

GenovaToday è in caricamento