Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alluvione in Valle Stura: liberato dai detriti il torrente, ma una frana blocca la provinciale

Intervento nel comune di Rossiglione, il sindaco Katia Piccardo: "Cambiare volto al disastro in 5 giorni di lavoro pancia a terra"

 

Nel comune di Rossiglione è stata liberata in pochi giorni al briglia selettiva sul torrente Berlino che impediva il deflusso dell'acqua per via dei detriti che si erano accumulati durante l'alluvione che ha colpito la Valle Stura nei giorni scorsi. Ancora problemi, invece, per la strada provinciale SS456, a causa di una grossa frana in località Panicata, prima del terzo passaggio a livello tra Rossiglione e Ovada in direzione nord. La strada, poco prima del confine tra Liguria e Piemonte è stata chiusa e sul posto ci sono gli agenti della polizia locale di Rossiglione.

«Cambiare volto al disastro in 5 giorni di lavoro pancia a terra per la ditta e per i contatti portati avanti dall'Amministrazione - hanno dichiarato dal Comune guidato dal sindaco Katia Piccardo - ecco la nostra prima somma urgenza chiesta ed ottenuta dalla Regione Liguria».

«La Briglia selettiva in località Palazzo è stata liberata dalla ditta Min, incaricata dal nostro Comune della completa liberazione del materiale, trascinato dalla forza dell'acqua, che la occludeva e sovrastava completamente. L'Amministrazione ha spinto per poter avviare questo intervento cosí saliente per la sicurezza e la tutela dell'abitato in somma urgenza, ha ottenuto e concordato questo con l'Assessore regionale Giampedrone e tutta la sua struttura tecnica nell'immediatezza dell'evento ed ecco che con la massima tempestività il torrente Berlino torna ad avere luce. Un grande grazie a Giacomo Ravera ed alla sua ditta Min per aver lavorato incessantemente su questo fronte, al nostro Consigliere delegato Lorenzo Pesce per aver seguito questa lavorazione dal primo istante e non averla mai lasciata, neppure sotto la pioggia! Ci stava davvero a cuore risolvere questo primo enorme problema e conseguente rischio per l'incolumità e il primo tassello è stato completato. Grazie a tutti coloro che hanno lavorato sodo per questo prezioso risultato».

Potrebbe Interessarti

Torna su
GenovaToday è in caricamento