La rosticceria dona le rimanenze ai senza tetto

L'iniziativa del negozio Rooster in piazza Matteotti

La rosticceria di piazza Matteotti regala le rimanenze alle persone senza fissa dimora.

In un momento di grande difficoltà per le attività commerciali, il pensiero va a chi non ha una casa o non potrebbe più trovare un pasto caldo. «Abbiamo donato le eccedenze alla comunità di Sant'Egidio - spiega il titolare Nicola Pescetto - a una mensa sociale e alla comunità il Ce.Sto; inizialmente avevamo pensato anche al pronto soccorso del San Martino ma non c'è stato il tempo tecnico per organizzare la consegna». 

Secondo il decreto, Rooster, così come gli altri negozi della città, potranno riaprire il 24 marzo salvo ulteriori slittamenti decisi dal governo: «Avremmo potuto fare consegne a domicilio - continua il titolare - ma abbiamo deciso di chiudere per i dipendenti, per garantirgli sicurezza e salvaguardia della salute, e per il tracollo economico che abbiamo subito».

Alle 14 di giovedì 12 marzo, la rosticceria ha abbassato la saracinesca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento