Tragedia a Teramo, genovese cade in acqua e muore assiderato

Roberto Zecca, architetto 67enne da anni residente a Teramo, è caduto dalla sua barca nelle acque gelide del molo turistico di Giulianova, vani i soccorsi

Roberto Zecca, architetto genovese, residente a Bellante  (Teramo), è morto lunedì 16 gennaio in seguito a una caduta dalla sua barca nelle acque gelide del molo turistico di Giulianova. L'uomo stava fissando gli ormeggi della sua imbarcazione quando probabilmente è scivolato sulla superficie bagnata ed è finito in mare.

Sono stati subito chiamati i soccorsi e le persone presenti hanno cercato in vano di farlo risalire, la Guardia costiera lo ha ripescato poco dopo in gravissimo stato d'ipotermia. Roberto Zecca è stato soccorso dai volontari del 118 e trasferito d'urgenza all'ospedale di Giulianova ma è morto durante in tragitto. Il 67enne era direttore di uno stabilimento industriale ed era conosciuto dagli amici come un grande appassionato di barche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in centro storico, bimba di tre anni muore cadendo dalla finestra

  • Precipita da un viadotto sull'A26 per fare pipì, gravissimo in ospedale

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Intossicazione da monossido, morte madre e figlia

  • È morto Carlo Biondi, figlio di Alfredo

  • Orche in porto, i timori di un gruppo di esperti: «Il piccolo sta morendo»

Torna su
GenovaToday è in caricamento