menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rivarolo: computer lento, baruffa all'internet point

Si è alterato lamentandosi in modo brusco dell'inefficienza delle postazioni internet e ha dato uno spintone al titolare, minacciandolo pesantemente. Sul posto è intervenuta la polizia

Ieri sera poco prima delle 20 gli agenti di una volante sono intervenuti presso un internet point in via Celesia a Certosa ove era stata segnalata una lite.

Dalle testimonianze raccolte è emerso che il diverbio si era acceso fra il titolare dell'esercizio, un pakistano di 31 anni, e un albanese, anch'egli 31enne, che, in compagnia di un connazionale, stava utilizzando i computer.

L'albanese si è alterato lamentandosi in modo brusco dell'inefficienza delle postazioni internet e ha dato uno spintone al pakistano minacciandolo pesantemente. Gli agenti hanno identificato i presenti e hanno rilevato che sia l'albanese che il suo amico connazionale erano privi di permesso di soggiorno.

Accompagnati in questura, a conclusione delle procedure di identificazione, il primo è stato denunciato per minacce e presenza irregolare in Italia, l'altro soltanto per la presenza irregolare sul territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento