menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rivarolo, fermati i vandali autori dei raid contro le auto

I Carabinieri hanno individuato e bloccato due giovani residenti a Bolzaneto ritenuti i responsabili dei danneggiamenti a decine di auto nei quartieri del ponente cittadino

Finisce un incubo per i residenti di Certosa, Bolzaneto e Rivarolo che negli ultimi giorni hanno detto dovuto fare i conti con alcuni vandali che avevano preso di mira decine di auto della zona distruggendo specchietti e finestrini.

I carabinieri della compagnia di Rivarolo hanno individuato e fermato due giovani di circa vent'anni poco dopo l'alba, ritrovandoli in possesso di un martelletto rompivetri presumibilmente utilizzato per spaccare i finestrini delle macchine: a insospettire i militari, che negli ultimi giorni hanno pattugliato i quartieri ogni notte proprio per evitare ulteriori episodi, il fatto che l'abbigliamento dei due giovani corrispondesse a quello indossato dalle persone immortalate dalle telecamere di sorveglianza nelle vicinanze delle auto danneggiate.

Una volta fermati, i due hanno confessato di essere gli autori dei raid, finalizzati a trovare soldi per l'acquisto di sostanze stupefacenti. Nelle loro abitazioni i carabinieri hanno infatti trovato diversi oggetti prelevati dalle auto e un centinaio di euro in monete.

Indagini sono ancora in corso per accertare quante auto i due abbiano effettivamente danneggiato, ma il sospetto è che ci siano loro dietro alla trentina di macchine distrutte. Nei giorni scorsi i residenti, allarmato ed esasperati, avevano organizzato alcune "passeggiate" per tenere d'occhio il quartiere in cerca di persone sospette, monitorando la situazione anche attraverso i social network e mantenendo un filo diretto con le forze dell'ordine.

Per i due giovani, residenti a Bolzaneto, è scattata la denuncia per danneggiamenti, mentre i proprietari delle auto danneggiate, oltre una trentina, dovranno sporgere querela alla stazione dei Carabinieri per poi fare domanda per il risarcimento.

Foto del gruppo Facebook "Quelli che tengono a Certosa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

  • Incidenti stradali

    Camion di medicinali finisce fuori strada per colpa del navigatore

  • Cronaca

    Interdizione per un anno per il broker Franco Lazzarini

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento