menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avrebbe dovuto stare fuori dall'Italia fino al 2030, arrestato a casa del cugino

Il 31enne ora dovrà scontare la pena di sette anni di detenzione, come deciso a suo tempo dall'autorità giudiziaria

La polizia di Stato di Genova ha arrestato un 31enne albanese, che è rientrato illegittimamente in Italia dopo l'espulsione. A seguito di una segnalazione giunta in questura, i poliziotti sono andati a cercare il giovane nell'abitazione del cugino, trovando un soggetto con documento intestato a una persona diversa da quella destinataria del provvedimento di rintraccio.

I rilievi fotodattiloscopici svolti in questura hanno permesso di accertare che il 31enne aveva fatto effettivamente rientro in Italia illegalmente con altro nome essendosi nel frattempo sposato in Albania ed avendo cambiato generalità.

L'autorità giudiziaria aveva disposto che qualora l'uomo fosse rientrato prima del termine decennale previsto avrebbe dovuto scontare la pena di sette anni di detenzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento