Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Centro / Piazza Dante

Rissa dopo la discoteca: c'è un indagato per l'accoltellamento

Un ragazzo di 23 anni è indagato a piede libero per tentato omicidio e lesioni gravi perché sospettato di aver accoltellato due giovani fuori dalla discoteca di piazza Dante durante una maxi rissa

E' stato indagato a piede libero per tentato omicidio e lesioni gravi il cileno (con cittadinanza italiana) di 23 anni interrogato sabato pomeriggio dalla squadra mobile con l'accusa di essere l'autore del doppio accoltellamento avvenuto la scorsa notte al termine di una maxi rissa fuori da una discoteca in piazza Dante.

Il giovane, era stato indicato da uno dei due feriti. Il sudamericano, che risulta essere un frequentatore della discoteca, è stato accusato da uno dei due feriti che, interrogato alla polizia, ha detto di averlo riconosciuto mentre lo colpiva.

Restano, invece, ancora tutti da chiarire i motivi che hanno portato alla maxi rissa. I feriti e la decina di persone sentite dalla polizia come "informate" sui fatti non hanno fornito alcuna spiegazione limitandosi a dire che si è trattata di una lite cominciata nel locale e proseguita fuori. Nessuno, al momento, ha saputo chiarire l'origine della rissa.

Intanto dagli atti della polizia emerge che gli agenti intervenuti dopo la segnalazione di rissa sono stati oggetto di insulti e offese da parte di alcuni giovani che si trovavano in zona. Una volante sarebbe stata anche danneggiata da un vandalo che poi è fuggito. Nei guai e' finita una genovese di 25 anni che è stata segnalata a piede libero per oltraggio e resistenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa dopo la discoteca: c'è un indagato per l'accoltellamento

GenovaToday è in caricamento