rotate-mobile
Cronaca

Rifiuti: riparte il ritiro a domicilio e nei portoni degli ingombranti

A partire da lunedì 1 ottobre Amiu riattiva il servizio, stoppato in seguito alla tragedia di ponte Morandi per questioni logistiche

Dopo lo stop forzato dovuto al crollo di ponte Morandi, Amiu riprende il servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti a domicilio.

A partire da lunedì 1 ottobre, infatti, il personale della partecipata del Comune si occuperà nuovamente di ritirare mobili, materassi e altri oggetti di grandi dimensione tramite prenotazione: un provvedimento che moltissimi genovesi chiedevano a gran voce alla luce della sempre più numerosa presenza di rifiuti ingombranti abbandonati vicino ai cassonetti o, in mancanza di spazio, in strada o sui marciapiedi.

Il costo del ritiro a domicilio è di 8,20 euro per ogni pezzo trasportabile singolarmente, e il ritiro è prenotatile al numero 010 8980 800. In alcuni quartieri della città è stato inoltre predisposto un servizio di ritiro gratuito nei portoni per un massimo di tre pezzi. Nello specifico:

- Municipio Valpolcevera (Certosa, Rivarolo, Teglia, Bolzaneto, Begato, San Quirico, Pontedecimo)

- Municipio Centro Ovest (Sampierdarena, San Teodoro)

- Municipio Bassa Val Bisagno (Marassi alta)

- Centro Storico

- Nelle zone del porta a porta di Sestri Ponente, Quarto Alto e Colle degli Ometti. 

Il servizio è gratuito chiamando il numero 010 8980 800.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti: riparte il ritiro a domicilio e nei portoni degli ingombranti

GenovaToday è in caricamento