rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Ricorso simbolo M5S, il giudice rinvia la decisione

L'appello era stato avviato da 33 attivisti. Se il tribunale dovesse accoglierlo, Luigi Di Maio non potrebbe più utilizzare il nome e il simbolo del Movimento

Il giudice civile ha ascoltato gli avvocati dei 33 attivisti del Movimento 5 Stelle che si sono espressi contro la nuova associazione e deciderà in seguito con un'ordinanza. La causa era nata dopo un ricorso presentato dagli avvocati Lorenzo Borrè e Alessandro Gazzolo contro l’istituzione della nuova associazione dei Cinque stelle del 30 dicembre scorso.

L'accusa è quella di un conflitto d'interessi di Beppe Grillo nel prendere le parti dei primi associati. L'istanza era stata accolta e il tribunale aveva nominato un curatore speciale e di conseguenza i legali Andrea D’Angelo e Paolo Gatto.

La richiesta è quella di impedire alle associazioni del 2012 e del 2017 di usare il nome, il simbolo e il sito ufficiale del partito. Un capitolo a parte è la voce sulla lesione del diritto al nome e alla identità personale della vecchia associazione, quella del 2009.

In caso di approvazione delle istanze, Luigi Di Maio dovrebbe usare un altro simbolo e un altro nome di partito.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorso simbolo M5S, il giudice rinvia la decisione

GenovaToday è in caricamento