menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mancano i requisiti morali, patente revocata

Un quarantunenne rappresentante di gioielli di Arenzano si è visto revocare la patente per mancanza dei requisiti morali in applicazione dell'articolo 120 del nuovo codice della strada. Nel 2006 l'uomo era stato coinvolto in un giro di cocaina

Genova - Alla fine di agosto Matteo e sua moglie incinta si trovavano in vacanza in Trentino quando un ufficiale giudiziario li ha raggiunti per revocare la patente dell'uomo. Morale la famiglia è rimasta a piedi.

Motivo del provvedimento? Matteo non ha i requisiti morali dunque è indegno di guidare, questa la decisione del prefetto di Genova in base al nuovo articolo 120 del codice della strada approvato due anni fa.

Il quarantenne rappresentante di gioielli di Arenzano ha dei trascorsi con la droga, una macchia nel suo passato che sembra perseguitarlo. Nel 2006 viene scoperto nell'ambito di un giro di cocaina e patteggia tre anni e mezzo. Nel 2010 l'uomo viene raggiunto da una nuova condanna a 9 mesi risalente a tempo prima.


Il tentativo di Matteo di mettere il passato alle spalle e farsi una nuova vita rischia ora di scontrarsi contro il provvedimento del prefetto di Genova. Il quarantenne ha fatto ricorso contro la revoca della patente e il giudice di pace ha sospeso il provvedimento in attesa della decisione di un altro giudice in merito alla moralità di Matteo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento