menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapine ai taxisti: quattro colpi in due giorni, ecco l'identikit

Ci sarebbe un rapinatore seriale dietro ai quattro colpi avvenuti nel weekend. Due aggressioni messe a segno a Brignole e Principe, due sventate a Oregina e in piazza della Nunziata

Genova - Quattro colpi in due giorni, tutti ai danni di taxisti. I primi due nella notte tra venerdì e sabato nelle principali stazioni genovesi, Principe e Brignole, entrambi messi a segno minacciando il conducente e mostrandogli un grosso coltello.

Solo 24 ore dopo altre due rapine in Salita della Provvidenza, a Oregina, e in piazza della Nunziata, ancora ai danni di taxisti, ma questa volta con esiti negativi per il ladro. Il malvivente ha nuovamente assalito le vittime con un coltello, ma la reazione dei conducenti lo ha messo in fuga.

Secondo quanto ricostruito dalla sezione rapine della squadra mobile, l'uomo è salito sul taxi con la scusa di fare una corsa ma percorse poche centinaia di metri ha manifestato le sue reali intenzioni minacciando con un coltello il taxista. Senza violenza quella di Oregina, dove la imponente stazza del taxista ha messo in fuga l’assalitore, mentre qualche rischio in più si è corso in piazza della Nunziata, dove il bandito sale al volo sul mezzo intorno alle 22.00.

Solita tattica, con il coltello messo alla gola del taxista, che preventivamente non aveva allacciato le cinture di sicurezza. In questo modo il conducente è riuscito a divincolarsi dalla stretta del ladro e ruzzolare fuori dall’abitacolo al volo in cerca d’aiuto. Le grida del taxista hanno impaurito il malvivente che si è dato nuovamente alla fuga.

Ed ecco che arrivano i primi identikit, dal momento che tutti gli indizi portano ad un unico rapinatore, una sorta di ladro seriale che avrebbe scelto i taxisti come vittime dei propri colpi. La descrizione diffusa dai conducenti è la seguente: alto all’incirca 1,70-1,75 metri, felpa con cappuccio, barba incolta, corporatura esile e tratti somatici mediterranei, forse nordafricano.

Sul caso indaga la squadra mobile, la prima mossa sarà l’acquisizione delle immagini riprese dalle telecamere limitrofe. E intanto tra i taxisti continua a serpeggiare la paura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Droga ed esplosivi in casa, arrestato 19enne

  • Attualità

    Liguria in zona gialla: riaprono i musei e l'Acquario

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento