Rapinavano anziani, in manette la baby gang delle collanine

Tre minorenni sono stati accompagnati presso l'istituto penale per minorenni Ferrante Aporti di Torino. I due colpi sono avvenuti a Nervi e nel centro storico

Foto d'archivio

Nelle prime ore della mattina di venerdì 18 settembre 2020 la polizia ha arrestato tre minori, tutti diciassettenni, ritenuti responsabili in concorso di due rapine avvenute nei primi giorni dello scorso giugno.

Il primo episodio si è verificato nel quartiere di Nervi ai danni di una donna ultra sessantacinquenne. I tre ragazzi, notata la potenziale vittima all'uscita da un supermercato, iniziarono a seguirla, organizzando nei dettagli l'azione criminale, con una vera e propria suddivisione dei compiti: mentre uno dei giovani le passava di fianco per assicurarsi della presenza della collana al collo, il secondo faceva da 'palo', infine, il terzo compiva materialmente il violento strappo dopo aver raggiunto alle spalle la preda.

Alcuni giorni dopo è avvenuta una rapina simile in centro storico. In questo caso la vittima dei giovani, che in questa circostanza hanno operato in due, è stato un anziano che rientrava a casa dopo una passeggiata col suo cane. Anche in questo caso i rapinatori hanno utilizzato il medesimo modus operandi: dopo un breve pedinamento dell'uomo, lo hanno avvicinato mentre percorreva una scalinata, approfittando dei pochi attimi in cui era isolato. Quindi lo hanno aggredito, dandogli una violenta spinta a seguito della quale la vittima è caduta rovinosamente al suolo, battendo la testa e perdendo i sensi per alcuni istanti. A quel punto i due rapinatori gli hanno strappato la collana che aveva al collo e si sono dati a precipitosa fuga tra i vicoli del centro storico, facendo perdere le loro tracce.

I poliziotti della locale Squadra Mobile, appresa la notizia dei due reati, hanno immediatamente avviato le indagini volte all'identificazione e al rintraccio dei colpevoli, riuscendo ad arrivare alla loro identificazione e alla ricostruzione dei loro movimenti antecedenti e successivi agli eventi; i risultati dell'indagine sono stati condivisi con la Procura minorile, che aveva assunto il coordinamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli elementi raccolti hanno permesso di delineare un circostanziato quadro accusatorio a carico dei tre minorenni, necessario per l'emanazione della misura cautelare da parte dell'autorità giudiziaria. Il provvedimento restrittivo, emesso dal gip presso il tribunale per i minorenni, è stato eseguito nella mattina di ieri. I tre sono stati rintracciati ognuno nella propria abitazione e accompagnati presso l'istituto penale per minorenni Ferrante Aporti di Torino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Coronavirus, Liguria 'chiusa' per tre notti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento