menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapine in banca con barba finta stile Fidel Castro, fermato a Voltri

Nel corso delle indagini il 43enne è stato riconosciuto anche dagli impiegati degli istituti di credito nonostante la barba finta, simile a quella di Fidel Castro, che esibiva durante i colpi

L'altro ieri è stato arrestato un 43enne poiché colpito da un ordine di carcerazione emesso dall'ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il tribunale di Genova (Pubblico Ministero Luca Scorza Azzarà) per l'espiazione di 6 anni e 8 mesi di reclusione in quanto condannato per la commissione di due rapine in banca, di cui una tentata, commesse a Genova tra il 14 e il 17 agosto 2009.

Il 43enne, già ritenuto colpevole di alcune rapine in farmacia commesse nel 2007, mentre beneficiava dell'affidamento al servizio sociale, insieme a un complice, il 14 agosto 2009 tentò di rapinare la filiale della banca Unicredit in via Milano e, tre giorni dopo, sempre con lo stesso complice, riuscì a rapinare la banca Intesa di piazza Porticciolo, colpo che fruttò 10mila euro.

Nel corso delle indagini il 43enne è stato riconosciuto anche dagli impiegati degli istituti di credito nonostante la barba finta, simile a quella di Fidel Castro, che esibiva durante i colpi. In seguito il Tribunale di Genova ha condannato il 43enne a 7 anni circa di reclusione, confermati in Appello.

Nel frattempo l'uomo ha fatto ricorso in Cassazione e nei giorni vicini al verdetto della Suprema Corte (che non ha accolto il ricorso) si è reso irreperibile e pertanto è stato emesso un ordine di carcerazione nei suoi confronti.

I militari della Sezione Catturandi del Nucleo Investigativo di Genova hanno rintracciato l'uomo nel quartiere di Voltri dopo prolungati servizi di osservazione. L'arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Marassi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento