menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina in villa con sequestro di persona, arrestato uno dei banditi

I carabinieri della compagnia di Santa Margherita Ligure hanno proceduto la scorsa notte a Milano alla cattura di uno dei due malviventi, autori della rapina in villa con sequestro di persona avvenuta a Camogli il 24 novembre 2011

I carabinieri della compagnia di Santa Margherita Ligure hanno proceduto la scorsa notte a Milano alla cattura di uno dei due malviventi, autori della rapina in villa con sequestro di persona avvenuta a Camogli il 24 novembre 2011.

Nella serata di quel giorno, due uomini, a volto scoperto e armati di bastoni, fecero irruzzione all’interno della villa Stella Maris di Camogli dove, sotto pesanti minacce di ritorsioni, sequestrarono e rinchiusero le vittime, una signora di nazionalità inglese e i due figli minori, da anni residenti nella cittadina rivierasca, all’interno del bagno.

Gli stessi procedevano quindi a saccheggiare la villa, rovistando in tutte le stanze e impossessandosi della somma in denaro di 500 euro e preziosi per un valore complessivo di dieci mila euro, dandosi poi a precipitosa fuga a bordo di un’autovettura.

Pervenuto l’allarme, la zona era stata cinturata con posti di blocco, ma tuttavia le ricerche immediate dei malviventi dettero esito negativo.

Sul posto venne eseguito un accurato sopralluogo da parte dei militari del Nucleo Operativo di Santa Margherita Ligure e della locale stazione carabinieri, svolgendo accertamenti e i rilievi tecnici del caso.

A seguito di tale fatto, che nella tranquilla cittadina aveva sorpreso e generato un certo allarme sociale, sono quindi immediatamente partite le indagini, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica di Genova Federico Manotti.

Le indagini sono risultate particolarmente articolate e complesse e, oltre alle testimonianze raccolte, hanno richiesto l’impiego di ausili tecnici ed esami scientifici svolti con l’ausilio del Ris (Reparto Investigazioni Scientifiche dei Carabinieri) di Parma.

L’attività ha così permesso di ricondurre agli stessi autori del fatto citato un ulteriore tentativo di incursione in una villa vicina, sfumato per l’intervento del custode, che aveva messo in fuga i due malviventi.

Le risultanze investigative fatte emergere dall’Arma sammargheritese che ha meticolosamente raccolto e vagliato ogni piccola traccia rinvenuta, hanno così permesso di arrivare agli esecutori materiali del fatto criminoso portando all’emissione dei provvedimenti restrittivi per la piena condivisione delle fonti di prova da parte dell’Autorità Giudiziaria di Genova.

Gli autori individuati risultano due albanesi, di 31 e 24 anni, già noti alle forze dell'ordine e con vari alias.

Questa mattina all’alba, a Milano, è scattato il blitz dei carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia di Snat Margherita Ligure che, con il supporto dei militari del comando provinciale di Milano, hanno assicurato alla giustizia uno dei due rapinatori, colpito da ordine di custodia cautelare in carcere.

I militari, dopo un lungo lavoro di individuazione e osservazione, l’hanno arrestato nella propria abitazione nel quartiere Gorla di Milano mentre il secondo risulta irreperibile ed è attivamente ricercato.

L’arrestato, una volta vistosi circondato e senza vie di fuga, non ha opposto resistenza e dopo le formalità di rito è stato trasferito al carcere di San Vittore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento