menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredito e derubato, sviene per le botte: arrestati i "rapinatori di Natale"

L'aggressione è avvenuta la notte tra il 23 e il 24 dicembre scorsi in via Palmaria, vittima un ventenne. Dopo mesi di indagini, sono stati fermati due ragazzi

Accerchiato, aggredito e rapinato da una banda di tre ragazzi che per derubarlo del cellulare lo hanno picchiato sino a farlo svenire: vittima un ventenne, finito in ospedale la notte tra il 23 e il 24 dicembre scorsi. A distanza di mesi, la polizia ha rintracciato e arrestato gli aggressori.

Si tratta di due giovani di 20 e 21 anni, il primo originario del Bangladesh ma nato in Italia, il secondo originario di Imperia, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio. L’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Genova è arrivata dopo lunghi mesi di indagini da parte degli agenti della Sezione Criminalità diffusa della Squadra Mobile, che è riuscita a ricostruire quanto avvenuto e a rintracciare gli autori dell’aggressione.

Stando a quanto riferito da vittima e dagli amici presenti, la notte tra il 23 e il 24 dicembre si trovavano in via Palmaria, nei pressi della stazione di Brignole, quando sono stati avvicinati da due sconosciuti che gli hanno intimato di consegnare i cellulari, minacciandoli con un coltello. La maggior parte dei ragazzi è riuscita a fuggire, ma il ventenne è stato raggiunto, picchiato sino a farlo svenire e poi derubato del telefono e del portafoglio.

Gli investigatori della Mobile hanno raccolto le testimonianze e analizzato i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona, e alla fine sono riusciti a risalire ai due aggressori, uno residente a Genova, l’altro a Imperia: arrestati, sono stati trasferiti a Marassi e nel carcere di Imperia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento