menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scampata alla strage di studenti in Spagna e rapinata col fratello in centro storico

Brutta avventura per un turista canadese, vittima di una rapina in vico delle Mele in centro storico. I carabinieri sono riusciti a rintracciare il sospetto e, riconosciuto dalla vittima, l'hanno arrestato

Ieri sera, i carabinieri della stazione Maddalena, nel transitare in vico delle Mele in centro storico, hanno prestato soccorso a un giovane turista canadese, in compagnia della sorella. Il ragazzo, poco prima, nei pressi dell'albergo in cui alloggia, è stato avvicinato da uno straniero, con un grosso cane al guinzaglio, che gli ha chiesto se volesse acquistare dello stupefacente.

Al rifiuto del turista, l'uomo si è allontanato, per ricomparire poco dopo. A quel punto ha lasciato libero il cane, ha aggredito, colpendolo con calci e pugni, il giovane e gli ha strappato la collana in oro, dileguandosi.

I militari, poco dopo in vico del Serriglio, hanno rintracciato e bloccato l'aggressore. In caserma, mediante rilievi dattiloscopici, è stato identificato in un marocchino di 38 anni. Riconosciuto dalla vittima, lo straniero, è stato arrestato per rapina e lesioni personali e trattenuto nelle camere di sicurezza di Forte San Giuliano, in attersa del processo con rito direttissimo, previsto per questa mattina.

La sorella del rapinato è una 22enne studentessa, attualmente in Erasmus a Barcellona. La ragazza ha raggiunto Genova per stare in compagnia del fratello, altrimenti sarebbe dovuta andare anche lei a Valencia, insieme alle altre giovani, poi rimasete vittime del tragico incidente in cui è morta Francesca Bonello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento