menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sturla: prima lo rapinano, poi gli restituiscono cellulare e piumino

Uscito da un locale, un giovane si è visto puntare un coltello e intimare di consegnare tutto. Il giovane ha estratto dal portafogli 15 euro, dalla tasca il cellulare e si è sfilato il piumino. La risposta «toh, riprenditi questa roba, non ci interessa»

Genova - Minacciato con un coltello per portargli via 15 euro. È successo a un giovane frequentatore di un noto locale di Sturla nella notte fra sabato 23 e domenica 24 marzo 2013. Inizialmente la baby gang si è fatta consegnare anche piumino e cellulare del malcapitato. Ma poi ha restituito il bottino perché di poco valore.

 

A quel punto, la vittima della rapina, ha richiesto il soccorso del 113 e quando gli agenti sono arrivati sul posto ha raccontato loro l'accaduto. Uscito dal locale il ragazzo è stato avvicinato dai quattro, che chiedevano un accendino per fumare una sigaretta.

La scusa si è rivelata presto tale quando è saltato fuori un coltello, accompagnato dalla frase «dacci tutto ciò che hai». Per evitare guai maggiori il giovane ha consegnato 15 euro, cellulare e piumino. Ma chi ha preso in consegna i tre oggetti ha avuto subito da ridire. Questo telefono «è una vecchia baracca, cercavo l'iPhone 5». Perplessità anche sul piumino, non di marca, fino alla decisione finale. «Toh, riprenditi questa roba, non ci interessa», prima di allontanarsi coi 15 euro.

Il giovane rapinato ha fornito gli identikit dei quattro agli agenti accorsi sul posto. Questo episodio è solo uno dei tanti che ultimamente vedono protagoniste delle baby gang. Quasi sempre le violenze si consumano per pochi spiccioli e cellulari o capi di abbigliamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento