Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Darsena / Via Antonio Gramsci

Aggredito a bottigliate e rapinato dello smartphone

È successo intorno alla mezzanotte di mercoledì in via Gramsci: vittima un 18enne, avvicinato con la scusa di una sigaretta, colpito con un bottiglia e poi derubato

Avvicinato con la scusa di una sigaretta, tramortito con una bottigliata in testa e rapinato dello smartphone: è successo a un giovane di 18 anni di origini libanesi, che nella notte tra martedì e mercoledì è stato aggredito in zona Porto Antico.

Tutto è successo intorno a mezzanotte: il 18enne stava camminando in via Gramsci, leggermente intontito dall’alcol consumato durante la serata, ed è stato avvicinato da un uomo che ha descritto come di origini straniere, “probabilmente tunisino”, che gli ha chiesto una sigaretta. I due hanno iniziato a chiacchierare, sino a quando il giovane non ha estratto lo smartphone attirando l’attenzione dell’altro. che ha usato la bottiglia che reggeva in mano per colpirlo, strappargli il telefono dalle mani e fuggire.

Il ferito ha immediatamente chiamato i soccorsi ed è stato accompagnato al pronto soccorso, dove i medici lo hanno medicato suturando un profondo taglio alla testa, e poi dimesso. Indagini sono ora in corso da parte della polizia per risalire all’identità dell’aggressore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredito a bottigliate e rapinato dello smartphone

GenovaToday è in caricamento