menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Mano sulla bocca per impedirle di gridare, poi le strappa la collana d'oro

Cresce la paura nel centro storico. In questo caso il violento rapinatore è stato portato in carcere a pochi giorni dall'aver commesso il fatto. Gli abitanti dei vicoli, in questi giorni, hanno più volte denunciato la grave situazione di degrado

Vista la violenza del suo gesto, per la polizia era fondamentale assicurarlo il prima possibile alla giustizia. Così, con un'indagine lampo, la Squadra Mobile ha rintracciato e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per rapina aggravata un cittadino senegalese, T. S., quarantenne, irregolare sul territorio nazionale.

Nel corso della mattina di alcuni giorni fa, l'uomo, dopo aver individuato la potenziale vittima, una donna che passeggiava in via dei Giustiniani, l'ha raggiunta da tergo, afferrandole con forza il collo e mettendole una mano sulla bocca per impedire che potesse chiedere aiuto. Dopodiché, le ha strappato con forza la collana d'oro e si è dato alla fuga, dileguandosi nel dedalo di vicoli del centro storico.

I poliziotti della locale Squadra Mobile, appresa la notizia, hanno immediatamente avviato le indagini volte all'identificazione e al rintraccio del malvivente. Grazie alle dichiarazioni della donna, che ha fornito particolari fisici e somatici del rapinatore e, soprattutto, a seguito di un accurato lavoro di ricostruzione della rapina, gli investigatori della locale Squadra Mobile in brevissimo tempo sono riusciti a dare un volto al rapinatore.

I poliziotti hanno, quindi, dato il via alla ricerca dell'uomo tra le vie del centro cittadino, in ottemperanza alle direttive del dipartimento della Pubblica Sicurezza e del Questore della provincia di Genova. Nel corso del medesimo pomeriggio i poliziotti sono riusciti ad individuare T. S. in zona Pré e, nonostante il soggetto si fosse disfatto di parte degli abiti indossati al momento della rapina, il suo volto non è sfuggito agli occhi degli agenti, che lo hanno riconosciuto e fermato.

Al termine degli atti di rito il quarantenne è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e trasferito nel carcere di Marassi. Successivamente all'udienza di convalida del fermo, è stato trattenuto in carcere in attesa di giudizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Maltempo, scatta l'allerta per temporali: le previsioni

  • Coronavirus

    Seconde case, il governo chiarisce: si può andare oppure no?

  • Cronaca

    Tari 2020, prorogato il termine per avere lo sconto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento