menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapinatore riconosciuto dalla vittima mentre prende il caffé al bar

Sotto l’effetto dell’alcol, l’aveva minacciata con un coltello per rapinarla in via Domenico Chiodo. Ieri la vittima ha riconosciuto il malvivente mentre prendeva un caffé in un bar di via Sottoripa

Nel primo pomeriggio di domenica 19 gennaio, in via Domenico Chiodo a Castelletto, era stata aggredita e rapinata da un magrebino. L’uomo sotto l’effetto dell’alcol, l’aveva minacciata con un coltello per sottrarle due sacchetti contenenti alcune paia di scarpe e indumenti e poi l’aveva colpita alla spalla con un arnese di ferro nel tentativo di sottrarle la borsetta.

La vittima, una bulgara di 48 anni, aveva incassato il colpo ed era riuscita a trattenere la borsetta ma non i sacchetti. Ieri, in via Sottoripa, la 48enne ha riconosciuto senza ombra di dubbio il suo aggressore mentre sorseggiava un caffè seduto al tavolino di un bar.

La donna si è immediatamente rivolta al 113 ed ha subito indicato agli agenti intervenuti il suo aggressore, un 40enne marocchino regolarmente soggiornante in Italia, peraltro indicato dalla vittima come venditore di oggetti usati presso il mercatino abusivo di Caricamento.

L’uomo aveva al seguito un carrellino alla cui estremità era ancorata un’asta metallica con tutta probabilità usata durante la rapina. Accompagnato in questura per l’identificazione è stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento