Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Centro / Via della Marina

Complice in una violenta rapina, ruba auto e investe ragazza: preso 15enne

Ha finto di soccorrere una donna, aggredita e rapinata con un estintore in vico dei Biscotti. L'indomani è stato bloccato su un'auto rubata dopo aver investito una scooterista. Ora il 15enne è stato affidato a una struttura di accoglienza

Ieri pomeriggio una pattuglia in servizio di vigilanza nel centro storico ha notato in via della Mercanzia una Fiat Panda attraversare due incroci con il semaforo rosso. Gli agenti si sono messi all'inseguimento ma, appena azionati i dispositivi di segnalazione, il conducente della Panda, anzichè rallentare per fermarsi, ha accelerato nel tentativo di fuggire.

Improvvisamente l'auto in fuga ha imboccato contromano via della Marina e, giunto in piazzetta Giovannino Guareschi, ha causato un incidente con uno scooter la cui conducente, a causa dello scontro, è rovinata a terra riportando lesioni giudicate guaribili in 15 giorni.

Il conducente ha tentato di proseguire la fuga a piedi, ma è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti. Condotto in commissariato, è risultato essere un 15enne marocchino, con precedenti di polizia, mentre l'auto da lui condotta è risultata provento di furto.

Durante il controllo è stato inoltre trovato in possesso di una tessera sanitaria intestata a una italiana, rapinata ieri mattina in vico Biscotti. La donna, mentre stava raggiungendo la propria autovettura in garage, è stata aggredita da un uomo che, dopo averle scaricato addosso il contenuto di un estintore, le ha intimato di consegnarli quanto in suo possesso.

La vittima ha consegnato portafogli e cellulare, per poi fuggire all'esterno, dove ha richiesto l'intervento della polizia. In quella circostanza la donna ha notato tra i curiosi accorsi un giovane magrebino, che si era informato del suo stato di salute e aveva atteso l'arrivo dei poliziotti, a cui aveva indicato la via di fuga del rapinatore.

La vittima, convocata in commissariato per la restituzione della tessera, ha riconosciuto nella foto del minore fermato il giovane notato tra i curiosi subito dopo la rapina. Accertamenti successivi hanno inoltre consentito di accertare che la via di fuga del rapinatore indicata dal 15enne ai poliziotti era sbagliata, evidentemente fornita per sviare le ricerche.

Per tali motivi alla denuncia per il reato di ricettazione si è aggiunta quella di concorso in rapina aggravata. Il minore, al termine degli accertamenti, è stato affidato a una struttura di accoglienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Complice in una violenta rapina, ruba auto e investe ragazza: preso 15enne

GenovaToday è in caricamento