Smaltimento illecito degli yacht dopo la mareggiata a Rapallo, nove arresti

I vertici del primo porto turistico d'Italia sono finiti al centro dell'operazione 'Caronte' dei carabinieri. Effettuati sequestri per oltre 3,5 milioni di euro

Alle prime luci dell'alba di oggi, martedì 16 giugno, è andata in scena la fase conclusiva dell'operazione 'Caronte' dei carabinieri su un traffico di rifiuti 'di lusso'. I militari del comando provinciale carabinieri di Genova hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dall'ufficio gip del tribunale di Genova nei confronti di nove soggetti.

Effettuato anche un decreto di sequestro preventivo ai fini della confisca di oltre 3,5 milioni di euro, per vari reati, anche aggravati dal metodo mafioso.

I fatti si riferiscono alla mareggiata del 2018 in cui andarono distrutte più di 400 imbarcazioni fra yacht di lusso e natanti di varie dimensioni ormeggiate nel porto di Rapallo. Coinvolti i vertici del primo porto turistico d'Italia.

I dettagli dell'operazione saranno resi noti nel corso della mattinata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento