Cronaca

Allarme a Rapallo: «Siringa sulla spiaggia delle Nagge»

Il ritrovamento è avvenuto domenica da parte di una residente che si è poi occupata della rimozione. E scoppia la protesta sulla manutenzione dei litorali liberi

La siringa sulla spiaggia delle Nagge - foto Facebook @Maria Enrica Ghina

Sgradito ritrovamento sul litorale di Rapallo, dove una residente che stava approfittando del weekend di sole per trascorrere qualche ora in spiaggia ha notato, tra sabbia e sassi, una siringa usata.

La siringa è comparsa sulla spiaggia delle Nagge, una delle spiagge pubbliche della cittadina del Tigullio, ed è stata prontamente fotografata per essere condivisa sulla pagina Facebook dedicata ai “mugugni” di Rapallo: «Pensiamo solo ai red carpet, poi i bambini fanno castelli di sabbia e siringhe», è lo sfogo dell’autrice dello scatto, che ha poi confermato di essersi occupata personalmente di rimuovere la siringa dalla sabbia.

Il riferimento è all’iniziativa inaugurata lo scorso, l’installazione del “red carpet più lungo del mondo”, una passerella rossa che sfila lungo gli 8 km che collegano Rapallo a Santa Margherita: una passeggiata che nelle ultime settimane ha riscosso un enorme successo attirando migliaia di visitatori, e che il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ha confermato resterà sino alla fine dell’estate.

Non tutti però si sono detti favorevoli all’iniziativa: molti residenti del Tigullio sui social network hanno espresso dubbi e preoccupazioni sulla manutenzione del red carpet, e alcuni hanno avanzato il timore che l’amministrazione possa concentrarsi esclusivamente su quello, “trascurando” altre priorità come appunto la pulizia delle spiagge. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme a Rapallo: «Siringa sulla spiaggia delle Nagge»

GenovaToday è in caricamento