menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina a Rapallo: dopo il padre, arrestato anche il figlio

Il 21 settembre a Rapallo hanno rapinato una commerciante. Pochi giorni dopo era stato arrestato un 56enne. Ora i carabinieri hanno fermato anche il complice, figlio dell'altro malvivente

I carabinieri della compagnia di Santa Margherita, coadiuvati dal personale del comando provinciale di Napoli, hanno proceduto questa notte a Napoli al fermo di indiziato di delitto di un 37enne partenopeo, ritenuto uno degli autori della rapina commessa il 21 settembre scorso in centro a Rapallo ai danni di una commerciante.

I due malviventi, dopo aver seguito la commerciante, l'avevano strattonata e scaraventata a terra, sottraendole l'incasso del fine settimana del negozio, oltre cinquemila euro. Subito dopo i due rapinatori si erano dati alla fuga a bordo di un ciclomotore facendo perdere le proprie tracce. 

Alcuni passanti, oltre a soccorrere la donna, cercarono, inutilmente, di fermare il veicolo in fuga.

Le indagini, subito avviate e condotte ininterrottamente e con tenacia nelle successive 48 ore dai militari della stazione di Rapallo, permisero di individuare e poi bloccare a Sampierdarena uno dei responsabili, 57enne, anch'esso napoletano, residente a Pra' e padre del complice.

Nell'occasione i militari provvidero, tra l'altro, al recupero e sequestro del mezzo utilizzato per la rapina.

Grazie anche ai sistemi di videosorveglianza, ai servizi di osservazione, pedinamento e controllo, nonché con l'ausilio di mezzi tecnici, l'attività di indagine, coordinata dalla Procura di Genova, ha permesso di identificare il secondo rapinatore, che è stato individuato a Napoli.

Questa notte, al termine degli accertamenti e appositi servizi di appostamento svolti con il Nucleo Operativo della Compagnia di Napoli Centro, i militari della stazione di Rapallo e del Nucleo Operativo di Santa Margherita hanno proceduto al fermo del rapinatore in piazza del Mercato a Napoli, nei pressi di un'abitazione d'appoggio.

Il fermato, espletate le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Poggioreale, in attesa di essere sentito dall'autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento