Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Via Torino

Ventenne disabile abortisce in casa, indagato il padre

Una ragazza poco più che ventenne ha abortito in casa, pare aiutata dal padre. Quest'ultimo è al momento indagato per abbandono di disabile, ma gli inquirenti sospettano che le sue responsabilità possano andare ben oltre

La procura di Genova ha aperto un'inchiesta per fare luce su una storia triste, che viene da Rapallo. Il padre di una ragazza è al momento indagato per abbandono di disabile. La giovane, poco più che ventenne, ha abortito spontaneamente in casa, assistita dal genitore infermiere.

A scoprire l'accaduto sono stati gli assistenti sociali lunedì scorso. L'aborto sarebbe avvenuto una decina di giorni prima, quando la ragazza era al sesto mese di gravidanza. Il padre ha riferito agli inquirenti di avere buttato via la placenta, ma del feto non c'è traccia, nonostante i vigili del fuoco abbiano controllato canali e condotte della zona.

Al momento la procura contesta al padre di aver lasciato da sola la figlia disabile e che in quel frangente qualcuno abbia approfittato di lei mettendola incinta. Gli inquirenti stanno cercando di capire chi possa essere quel qualcuno, sempre che non si tratti della stessa persona che abita in quella casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventenne disabile abortisce in casa, indagato il padre

GenovaToday è in caricamento