menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedinato per giorni e fermato con due etti di cocaina

Dopo l'arresto di un noto spacciatore della zona, un 40enne palermitano residente a Rapallo, gli agenti hanno tenuto d'occhio un 27enne, che entrava e usciva dal portone del palazzo dove avveniva lo spaccio

La polizia ha arrestato ieri un 27enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Lo scorso 27 febbraio gli agenti del commissariato di Rapallo hanno arrestato un noto spacciatore della zona, un 40enne palermitano residente a Rapallo, mentre cedeva una dose di 5 grammi di cocaina.

Durante l'attività investigativa i poliziotti hanno notato che il luogo di spaccio e cioè il portone dell'abitazione del 40enne, non era frequentato solo da tossicodipendenti ma anche da un uomo che, periodicamente, entrava nello stabile per poi uscirne subito dopo.

Gli agenti hanno identificato l'uomo, un 27enne residente in zona, tenendo d'occhio per un po' i suoi spostamenti. Ieri lo hanno fermato per un controllo. Il 27enne è subito apparso nervoso: questo suo atteggiamento non ha fatto altro che alimentare i sospetti dei poliziotti che hanno quindi deciso di accompagnarlo in commissariato per approfondire i controlli anche sull'autovettura.

Approfittando della presenza in ufficio delle unità cinofile, impegnate in un servizio di ricerca scomparsi, i poliziotti hanno affidato l'autovettura al fiuto del cane Gratis che subito ha segnalato al proprio conduttore la presenza di qualcosa di sospetto all'interno dell'abitacolo.

Alcune parti mobili dell'auto sono state dunque smontate e ben nascosti sotto il pianale del sedile posteriore, ecco spuntare due sacchetti di cellophane ben sigillati contenenti 212 grammi lordi di cocaina.

Il controllo è stato esteso all'abitazione del fermato. Qui gli agenti hanno rinvenuto la somma di cinquemila euro in banconote da 50, un sacchetto di plastica del tipo utilizzato per confezionare la cocaina, un pestello artigianale, sul quale Gratis ha segnalato la presenza di stupefacente, 7 telefoni cellulari, una scheda sim e una spilla da donna in oro di antica fattura. 

L'uomo è stato arrestato e condotto presso il carcere di Marassi a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Vaccini covid, Astrazeneca per le persone tra 60 e 79 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento