Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Rapallo, l'appello del sindaco ai presidi: «Fate il presepe nelle scuole»

Discesa in campo di Carlo Bagnasco nella polemica sul "presepe sì, presepe no" che sta tenendo banco in tutta Italia: «E' un simbolo di unione e non di divisione»

«Fate il presepe»: questo l’appello che il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, ha rivolto ai dirigenti scolastici delle scuole della sua città in vista delle imminenti festività natalizie, prendendo così posizione in una querelle che tiene banco in tutta Italia e schierandosi con l’allestimento del presepe negli istituti.

«Visti gli episodi che si stanno verificando in alcuni plessi scolastici italiani, credo sia importante fare in modo che le nostre più antiche tradizioni e i nostri valori vengano preservati», ha spiegato Bagnasco in una nota inviata a tutti i presidi, sottolineando che si tratta di un semplice invito, e non di un obbligo, anche perché «l’amministrazione comunale non può imporre nulla, e sarebbe comunque lungi da noi farlo»

Il presepe, è la conclusione di Bagnasco, non è soltanto un simbolo religioso, ma anche una rappresentazione legata «alla cultura, all’ambito artistico e artigianale e a quello tradizionale del nostro paese, che credo sia importante trasmettere alle nuove generazioni. Da questo punto di vista, dovrebbe essere un simbolo di unione e non di divisione». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapallo, l'appello del sindaco ai presidi: «Fate il presepe nelle scuole»

GenovaToday è in caricamento