Ragazzina accoltellata, fermato il padre

Il fermo del 42enne è stato disposto dal pm dopo un lungo interrogatorio in cui sono emerse le tante incongruenze del suo racconto. L'accusa è di tentato omicidio

Sarebbe stato fermato nelle prime ore di lunedì, su disposizione del pubblico ministero Marcello Maresca, l’uomo di 42 anni che nel pomeriggio di domenica ha portato all’ospedale Gaslini la figlia 12enne con una ferita da coltello all’addome spiegando ai medici di essere rimasto coinvolto in una lite con uno sconosciuto in via Teglia, a Rivarolo.

L’uomo è stato a lungo interrogato dagli investigatori della Squadra Mobile del dirigente Marco Calì, che nel suo racconto su quanto accaduto alla bambina avrebbero trovato tante, troppe incongruenze. In primis il tempo aspettato a portare la piccola in ospedale, circa un’ora, in secondo luogo la scelta di non chiamare un’ambulanza, ma di portarla con il furgone di un amico, che ancora non è stato rintracciato. E ancora: che cosa avrebbe scatenato lì una lite così violenta con uno sconosciuto? 

Per gli inquirenti, insomma, la storia raccontata secondo cui ad aggredirlo, e a ferire la figlia, sarebbe stato “uno sconosciuto di origini nordafricane” che avrebbe iniziato a insultarlo nei pressi di un distributore di via Teglia che avrebbe improvvisamente estratto un coltello non sembra reggere. Da qui la decisione di sottoporlo a fermo con l’accusa di tentato omicidio.

Le indagini intanto proseguono: l’uomo, di professione operaio, è separato dalla madre della bambina, che attualmente risiede in Ecuador, ed è padre di altri 4 figli. Continua a negare di avere qualcosa a che fare con il ferimento della ragazzina, ma di fatto al momento non si è trovata traccia della presenza dell’aggressore né tracce di sangue nel luogo da lui indicato.

A fornire qualche risposta più precisa, forse, saranno le telecamere di sorveglianza della zona, che potrebbero avere ripreso quanto accaduto e i cui filmati verranno vagliati nelle prossime ore. Le condizioni della 12enne, intanto, sono stazionarie: operata d’urgenza per la profonda ferita allo stomaco, è stata ricoverata nel reparto di Rianimazione, ma non sarebbe in pericolo di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Corso Europa, identificate le due vittime

  • Corso Europa, auto si ribalta e prende fuoco: due morti

  • Dopo vent'anni di attività chiude Foot Locker

  • I migliori ristoranti sushi all-you-can-eat di Genova: la guida 2020

  • Il meglio del weekend a Genova: Hogwarts Express, focaccette di Crevari, teatri e tanto altro

  • Aggredita e rapinata da tre giovani mentre rientra a casa

Torna su
GenovaToday è in caricamento