Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Toti: "Con Raffaella Carrà se ne va un pezzo d'Italia"

Il presidente della Regione ha commentato sui suoi profili social la scomparsa dell'icona della tv

"Con Raffaella Carrà se ne va un pezzo d'Italia, una risata inconfondibile e un talento straordinario che resterà nel cuore di tutti. Addio Raffaella". Con queste parole il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha commentato la scomparsa di Raffaella Carrà.

A dare il triste annuncio è stato Sergio Japino - suo storico ex compagno al quale continuava ad essere legata da un profondo affetto -, unendosi al dolore degli adorati nipoti Federica e Matteo, di Barbara, Paola e Claudia Boncompagni, degli amici di una vita e dei collaboratori più stretti. "Raffaella ci ha lasciati. È andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre", ha scritto Japino.

La grande artista, regina di musica e tv, si è spenta alle 16.20 di lunedì 5 luglio 2021, dopo una malattia che da qualche tempo aveva attaccato quel suo corpo così minuto eppure ancora pieno di energia. Una forza inarrestabile la sua, che l'ha imposta ai vertici dello star system mondiale, una volontà ferrea che fino all'ultimo non l'ha mai abbandonata, facendo sì che nulla trapelasse della sua profonda sofferenza.

L'ennesimo gesto d'amore verso il suo pubblico e verso coloro che ne hanno condiviso l'affetto, affinché il suo personale calvario non avesse a turbare il luminoso ricordo di lei. Icona pop, ha saputo cambiare la visione del sesso e anche dell'omosessualità in Italia ma non solo, tanto che il quotidiano britannico 'The Guardian' l'ha incoronata come sex symbol europeo, definendola "l'icona culturale che ha insegnato all'Europa le gioie del sesso". Merito anche del 'Tuca tuca', il balletto con movenze sexy che ruppe un tabù nella Rai del 1971. E per le sue canzoni ironiche e lievemente trasgressive era da tempo anche un'icona del mondo gay.

Donna fuori dal comune eppure dotata di spiazzante semplicità, non aveva avuto figli ma di figli - diceva sempre lei - ne aveva a migliaia, come i 150mila fatti adottare a distanza grazie ad 'Amore', il programma che più di tutti le era rimasto nel cuore. Le esequie saranno definite a breve. Nelle sue ultime disposizioni, la Raffa Nazionale ha chiesto una semplice bara di legno grezzo e un'urna per contenere le sue ceneri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toti: "Con Raffaella Carrà se ne va un pezzo d'Italia"

GenovaToday è in caricamento