Radioterapia in tilt, ai pazienti la scorta della Stradale per le code in autostrada

Il provvedimento è stato stabilito venerdì pomeriggio, nelle giornate in cui sull'A10 in particolare si allungavano le code e i tempi di percorrenza per Savona sono diventati di ore

Una scorta della polizia Stradale per far sì che i pazienti che percorrono l'autostrada per arrivare a Savona e sottoporsi a cicli di radioterapia possano arrivarci senza rimanere per ore imbottigliati nel traffico. 

Il provvedimento è stato assunto dalla prefettura in accordo con l’ospedale San Martino e la Regione Liguria, dopo una telefonata tra la vicepresidente e assessore alla Sanità, Sonia Viale, e il prefetto Carmen Perrotta. I pazienti avevano iniziato a essere "dirottati" sul San polo di Savona la seconda settimana di dicembre, dopo i guasti alle macchine per la radioterapia e la decisione di inviare chi non poteva rimandare le cure a Savona. Una situazione di estrema difficoltà aggravata, nei giorni scorsi, dalle code chilometriche che si sono formate sull'autostrada A10 per la presenza di cantieri.

«Venerdì pomeriggio, trovandomi io stessa in coda, ho immediatamente pensato a questi pazienti e ho chiamato il prefetto che ha dimostrato anche in questa occasione grande sensibilità mettendomi in contatto con la Polizia Stradale - ha detto Viale - Insieme, grazie ad una collaborazione inter istituzionale ormai consolidata, abbiamo trovato una soluzione, diventata operativa in poche ore».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coordinata da Alisa, anche la direzione aziendale del San Martino si è attivata, modificando l’organizzazione dei trasferimenti, effettuati non più con pulmini ma con auto o ambulanze per cercare di agevolare i pazienti evitando ulteriori attese a chi deve effettuare la terapia per ultimo nell’arco della giornata. Il supporto della Polstrada rimarrà operativo anche nei prossimi giorni, in modo da poter intervenire in caso di necessità. Lunedì mattina, con una graduale normalizzazione del traffico in autostrada, il tempo necessario per percorrere il tragitto dal San Martino al San Paolo di Savona è stato in media di un'ora stando a quanto accertato dall'assessore Viale, che in mattinata ha incontrato alcuni pazienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento