Cronaca Quinto / Via Quinto

Perse il curriculum durante rapina in casa, 26enne torna in carcere

Il giovane era balzato agli onori della cronaca genovese perché nel 2010 era stato arrestato, dopo essere stato sorpreso dalla proprietaria all'interno di un abitazione di Quinto mentre stava perpetrando un furto

Il 17 aprile 2015 è arrestato nella delegazione di Voltri (via 2 Dicembre 1944) dal Nucleo Investigativo dei carabinieri di Genova un nigeriano di 26 anni, a seguito di un provvedimento di cumulo pene emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Genova (Pubblico Ministero Luca Scorza Azzarà).

Il giovane deve scontare la pena di 3 anni, 10 mesi e 20 giorni di reclusione per reati di tentata rapina, lesioni, guida senza patente e uso di atto falso, commessi a Genova tra gli anni 2008 e 2010.

Il 26enne, sprovvisto di permesso di soggiorno ma dimorante a Genova da diversi anni, ha collezionato diverse condanne per alcuni episodi delittuosi e in particolare quando, fermato dai carabinieri alla guida di un'autovettura, ha esibito una patente falsa, non avendo mai conseguito la licenza di guida; e ancora in via Gramsci insieme ad altri connazionali, quando ha aggredito e rapinato un connazionale.

Il giovane era balzato agli onori della cronaca genovese perché nel 2010 era stato arrestato, dopo essere stato sorpreso dalla proprietaria all'interno di un abitazione di Quinto mentre stava perpetrando un furto.

La donna l'aveva affrontato e il ladro, per darsi alla fuga, l'aveva strattonata. Nell'occasione la vittima era riuscita a strappare al malvivente una busta di plastica, che aveva in mano, pensando che all'interno ci fosse la refurtiva.

In realtà nella busta c'era un curriculum vitae del ladro, che il mattino seguente si è recato presso una stazione carabinieri per denunciarne il furto, cercando così di procurarsi un alibi.

Il malvivente, oltre a strattonare la donna, aveva colpito al volto il marito e la figlia della stessa. Nei giorni successivi, dopo alcuni appostamenti, era stato localizzato e arrestato.

I prolungati servizi di osservazione effettuati dai militari della Sezione Catturandi hanno permesso di rintracciare nuovamente il giovane e arrestarlo nel quartiere di Voltri, nel pomeriggio di ieri. Al termine delle formalità di rito il 26enne è stato tradotto nella casa circondariale di Marassi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perse il curriculum durante rapina in casa, 26enne torna in carcere

GenovaToday è in caricamento