menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia a Quezzi, padre trova figlio impiccato in casa

Il padre della vittima ha riferito ai poliziotti intervenuti sul posto, che il figlio era disoccupato e viveva in uno stato di ansia per la mancanza di lavoro

Tragico episodio nel quartiere di Quezzi, dove un 47enne è morto in circostanze, che lasciano pensare a un gesto volontario, anche se non sono state trovate lettere o biglietti per spiegare la decisione.

Domenica sera l'uomo avrebbe dovuto recarsi a cena dal padre. Quest'ultimo, non vedendo arrivare il figlio, si è insospettito e si è recato nel suo appartamento, trovandolo impiccato a una trave con un cavo elettrico.

L'anziano ha riferito ai poliziotti intervenuti sul posto, che il figlio era disoccupato e viveva in uno stato di ansia per la mancanza di lavoro. Il 47enne imbianchino gestiva una ditta individuale, ma gli affari non andavano come sperato.

Gli agenti hanno escluso la presenza di altre persone all'interno dell'appartamento, teatro della tragedia. Il sostituto procuratore Stefano Puppo ha disposto il trasferimento della salma all'obitorio. Solo dopo il via libera del magistrato sarà possibe fissare la data del funerale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento