Migranti: tensione a Quezzi, minacce a consigliere municipale

Situazione sempre più critica a Quezzi dopo le minacce, ricevute da un consigliere municipale, favorevole al centro di accoglienza migranti in via Edera

Nei giorni scorsi il consigliere di Municipio della Bassa Valbisagno Giuseppe Pittaluga è stato oggetto di intimidazioni da parte di "ignoti", concretizzatosi con una incursione a Quezzi di cinque soggetti con il volto coperto da passamontagna, che a tarda notte hanno sbagliato indirizzo, finendo per importunare e spaventare una famiglia del luogo.

Il gesto intimidatorio voleva far desistere il consigliere dal suo impegno per l'apertura di un centro di accoglienza per richiedenti asilo in via Edera. Le minacce sono proseguite sui social network tanto da spingere la polizia a tenere una volante sotto casa di Pittaluga.

La questione dei centri per richiedenti asilo è stata anche il tema di una riunione della Commissione Welfare in Comune, dove alcuni cittadini hanno portato le proprie istanze, sottolineando la precarietà e insicurezza in cui versano le strutture di via Caffaro e via Edera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olga, dall'Uzbekistan a Genova per aprire la prima "sfuseria" dei vicoli

  • Nuovo ponte: ecco come verrà sollevata la maxi campata

  • Tragedia in via Piacenza: uccide la moglie e si getta dal balcone

  • Scantinato strapieno di piante di marijuana, la polizia cerca padre e figlio

  • Nuovo ponte: maxi trave è troppo lunga, il varo slitta per "limarla"

  • Evasore totale affitta villa extra-lusso su Airbnb, scatta il sequestro

Torna su
GenovaToday è in caricamento