menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quezzi: senza tetto armato fino ai denti, denunciato

Un genovese di 68 anni, abitante in un capanna sulle alture di Quezzi, è stato trovato in possesso di un fucile da caccia calibro 12 oltre a una pistola ad aria compressa e due coltelli. La polizia è intervenuta dopo una lite fra l'uomo e un'amica

Genova - È stato identificato nel primo pomeriggio dagli agenti del commissariato San Fruttuoso, a seguito di un intervento per una lite avvenuta con una conoscente, in un’abitazione di via Donaver.

L’uomo, un genovese di 68 anni, domiciliato presso un giaciglio di fortuna sulle alture di Quezzi, benché non avesse dimostrato un atteggiamento violento, è stato invitato dagli agenti a non ripresentarsi più a casa dell’amica.

Nonostante ciò, qualche ora più tardi la donna, una genovese di 63 anni, ha richiesto nuovamente l’intervento della Polizia. Gli operatori, per poter escludere la detenzione di armi, hanno ritenuto necessario controllare il domicilio dell’uomo, che è risultato essere una capanna costruita con teli e canne in fatiscente stato.

All’interno, a conferma dei sospetti degli agenti, sono stati rinvenute armi non denunciate, tra cui una pistola a ricarica d’aria compressa, due coltelli e, nascosto sotto alcuni indumenti, un fucile da caccia calibro 12, con relative cartucce dello stesso calibro.

Il genovese, interrogato circa il possesso delle stesse, ha esternato una complessa situazione psicologica, manifestando anche intenti suicidi. Gli agenti, dopo averlo rassicurato, lo hanno trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale San Martino e affidato al personale medico per le cure del caso. Le armi sono state tutte sequestrate e l’uomo è stato denunciato per detenzione abusiva di armi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento