Cronaca

Litiga con la compagna e danneggia l'auto e il citofono della suocera

La donna si era rifugiata dalla madre, lui evade dagli arresti domiciliari per rintracciarla

Era agli arresti domiciliari per aver picchiato un senzatetto alla stazione feroviaria di Nervi. E' evaso per rintracciare la compagna che si era rifugiata dalla propria madre, proseguendo la lite iniziata a casa.

Protagonista un 34enne genovese, non nuovo a episodi di violenza: l'anno scorso, oltre all'episodio di Nervi, aveva anche aggredito un tassista in via Carrara. Questa volta l'uomo è andato a cercare la compagna, che se n'era andata di casa insieme ai loro tre figli dopo l'ennesima discussione familiare. L'episodio si è verificato in via San Gerolamo di Quarto.

Allontandosi dagli arresti domiciliari, il 34enne è arrivato fino all'abitazione della suocera e, non riuscendo a convincere la compagna a tornare con lui, ha danneggiato l'auto della suocera e il citofono fino a quando non sono intervenuti gli uomini di una volante della polizia, intervenuti dopo una chiamata di emergenza.

Le due donne erano infatti preoccupate che la sua reazione potesse avere conseguenze ancora peggiori, in considerazione del suo passato non certo impeccabile. Gli agenti lo hanno bloccato e arrestato e ora dovrà rispondere di evasione e danneggiamento aggravato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con la compagna e danneggia l'auto e il citofono della suocera

GenovaToday è in caricamento