rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Presunta ineleggibilità Bucci, il 15 novembre la prima udienza

Il ricorso è un documento di 24 pagine firmato da 21 cittadini di Genova

È fissata per il 15 novembre la prima udienza in merito alla presunta ineleggibilità del sindaco di Genova Marco Bucci.

Il ricorso è un documento di 24 pagine firmato da 21 cittadini tra cui l'ex procuratore regionale della Corte dei conti Ermete Bogetti e l'ex rettore dell’Università di Genova Paolo Comanducci, rappresentati dall'avvocato Luigino Montarsolo che già prima delle elezioni aveva spiegato perché, secondo lui, Bucci era ineleggibile. 

Tutto ruota intorno al fatto che Bucci è stato nominato commissario per la ricostruzione del viadotto sul Polcevera, un incarico prorogato e ancora in vigore: "Da più parti - si legge nel testo del ricorso - è stata sollevata la questione della sua eleggibilità alla luce del disposto dell'articolo 60, comma 1, del Tuel. Bucci avrebbe potuto, comunque, anche precauzionalmente, far cessare la causa di ineleggibilità come da più parti consigliato rassegnando le dimissioni dall'incarico commissariale entro il giorno fissato per la presentazione delle candidature". Ma questo non è avvenuto. 

I firmatari si appellano all'articolo 60 del Tuel (Testo unico enti locali) che elenca una serie di cause di ineleggibilità: non sono eleggibili alla carica di sindaco "nel territorio nel quale esercitano le loro funzioni, i commissari di governo, i prefetti della Repubblica, i vice prefetti e i funzionari di pubblica sicurezza". Adesso la parola passa al giudice.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunta ineleggibilità Bucci, il 15 novembre la prima udienza

GenovaToday è in caricamento