rotate-mobile
Cronaca

Ucraina, partiti due pullman di aiuti e un'ambulanza: torneranno con 100 profughi

La missione umanitaria realizzata grazie all'unione di diverse realtà liguri tra cui l'istituto comprensivo di Busalla, i Lions e la federazione delle misericordie della Liguria. A bordo, come volontario, anche il consigliere delegato alla protezione civile del Comune di Genova Sergio Gambino

Due pullman e un'ambulanza diretti a Korczowa per donare farmaci e recuperare un centinaio di profughi vittime del conflitto ucraino-russo. 

La carovana è partita questa mattina, venerdì 25 marzo, da piazza della Vittoria con destinazione la Polonia. L'ambulanza è stata donata dalla federazione regionale delle misericordie della Liguria all'associazione Pokrova ed è attrezzata per dare soccorso alle persone ferite dai bombardamenti.

A bordo di uno dei mezzi della colonna di aiuti anche il consigliere Gambino che si è offerto come volontario: "Il seme della solidarietà partito dall'istituto comprensivo di Busalla ha fatto crescere un'albero d'amore che in pochi giorni ha fatto nascere questa spedizione organizzata dalle misericordie con la collaborazione della fondazione Pallavicini e i Lions di Genova", racconta a GenovaToday il consigliere delegato alla protezione civile del comune di Genova.
"Siamo partiti con un'ambulanza carica di farmaci e due pullman e ritorneremo con 85-100 persone tra donne e bambini che scappano da una guerra insensata che ha distrutto la loro quotidianità. È nostro dovere morale aiutarli e provare a farli sentire a casa".

Prima di entrare in autostrada, il gruppo ha fatto tappa a Busalla per raccogliere gli aiuti raccolti dagli alunni dell'Istituto Comprensivo Busalla che hanno fatto scrivere sull'ambulanza la frase: "Non possiamo donarvi la pace ma un piccolo pezzo del nostro cuore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, partiti due pullman di aiuti e un'ambulanza: torneranno con 100 profughi

GenovaToday è in caricamento