rotate-mobile
Cronaca Nervi

Pullman in fiamme in A12, autista trasferito in terapia intensiva cardiologica

Gli esami a cui è stato sottoposto lunedì hanno evidenziato una lieve sofferenza miocardica dovuta all’inalazione dei fumi

È stato trasferito nella terapia intensiva cardiologica del San Martino, diretta dal professor Italo Porto, l’autista del pullman che ha preso fuoco domenica sull'autostrada A12. Il conducente, 56 anni, originario di Como, è stato l'ultimo a scendere dal mezzo riportando un'intossicazione più grave rispetto alle altre persone soccorse. Era stato subito sottoposto a seduta in camera iperbarica, poi nel pomeriggio l'esito di diversi esami ha evidenziato una lieve e non preoccupante sofferenza miocardica secondaria all’inalazione dei fumi.

Il paziente resterà ricoverato sotto l’egida della dottoressa Laura Massobrio dopo aver trascorso la giornata di domenica e quella di lunedì presso l’area medica critica del pronto soccorso.

Sempre per quanto riguarda i pazienti ricoverati al San Martino, nell’osservazione breve intensiva del pronto soccorso resta precauzionalmente ricoverata la donna incinta di 42 anni, di Bovisio Masciago, mentre sono stati dimessi dall'Obi gli altri due pazienti, un 50enne di Como e un 70enne residente in Brianza.

Dei 5 pazienti visitati nel corso della giornata, solo una donna di 61 anni è stata trattenuta per ulteriori valutazioni a causa di una frattura al polso.

Sul fronte viabilità in A12, invece, a causa dei lavori di ripristino nella galleria in cui è avvenuto l'incidente, il traffico scorre sempre su una corsia per senso di marcia e si registrano ancora diversi chilometri di coda: anche per questo motivo lunedì pomeriggio un bambino morsicato da un cane a Santa Margherita Ligure è stato ricoverato all'ospedale Gaslini con l'elisoccorso per bypassare il traffico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pullman in fiamme in A12, autista trasferito in terapia intensiva cardiologica

GenovaToday è in caricamento