menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pubbliche assistenze, approvata la nuova legge regionale

Il bando per la ri-assegnazione dei trasporti interni non urgenti aveva suscitato le proteste delle pubbliche assistenze

Durante il Consiglio regionale di martedì 28 gennaio 2020 è stato approvato all'unanimità il disegno di legge relativo al 'Riordino del servizio sanitario reginale' relativamente alla disciplina delle autorizzazioni sull'esercizio del trasporto sanitario di infermi e infortunati.

Il testo distingue: servizi di soccorso e salvataggio con ambulanza, servizi di trasporto qualificato e servizi di trasporto di pazienti in ambulanza. La giunta dovrà fissare i criteri e le modalità di erogazione dei servizi.

I servizi di soccorso e salvataggio e i servizi di trasporto qualificato sono affidati in via prioritaria ai Comitati della Croce Rossa Italiana e alle organizzazioni di volontariato iscritte in un apposito elenco regionale istituito dalla giunta. La giunta definirà le procedure e le modalità per l'affidamento in convenzione dei servizi.

I servizi di trasporto in ambulanza possono essere eseguiti dagli enti del Terzo settore in possesso dell'autorizzazione sanitaria prevista, da operatori selezionati mediante procedure a evidenza pubblica, sempre nel rispetto della normativa nazionale ed europea del settore.

La riforma adegua la normativa regionale in materia di trasporto sanitario alla Direttiva Europea 2014/24 sugli appalti pubblici, recepita nel Codice dei Contratti pubblici e alla relativa giurisprudenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea. La sentenza del Consiglio di Stato n. 1139/2018, infatti, ha marcato una netta distinzione tra i servizi di trasporto sanitario in emergenza-urgenza, che sono esclusi dalle disposizioni del Codice degli appalti, da quelli di trasporto ordinario in ambulanza che restano, invece, assoggettati al sistema dell'evidenza pubblica, anche se a regime 'alleggerito'. Le stesse direttive Ue in materia sottraggono alla propria disciplina, in materia di appalti, solo i servizi di emergenza, a condizione che siano affidati a organizzazioni e associazioni senza scopo di lucro, mentre assoggetta alla procedura di evidenza pubblica i servizi di trasporto dei pazienti in ambulanza.

Il testo era stato approvato dalla Giunta il 24 settembre scorso e poi aveva ricevuto il via libera all’unanimità in II Commissione il 16 gennaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento