Cronaca Centro Storico / Via Garibaldi

Centrale del latte: torna la protesta a Tursi

Una ventina di ex lavoratori della ex centrale del latte di Fegino hanno protestato nel pomeriggio a Tursi per chiedere garanzie sul futuro. A 28 di loro a fine settembre scadrà la cassa integrazione

Una ventina di ex dipendenti dell'ex centrale del latte di Fegino, chiusa due anni fa dalla multinazionale francese Lactalis, ha manifestato martedì pomeriggio sugli spalti della sala rossa durante il Consiglio comunale.

I manifestanti hanno chiesto garanzie sul loro futuro occupazionale ottenendo un incontro con il vicesindaco Stefano Bernini e la conferenza dei capigruppo.

Gli ex lavoratori hanno consegnato provocatoriamente i loro curriculum vitae alla giunta del sindaco Marco Doria. 'Aprite un cimitero per i lavoratori', 'Dobbiamo mangiare anche noi', 'Con quali soldi le paghiamo le multe?': sono alcuni degli slogan urlati in aula dai manifestanti.

Sono 28 su 63 i lavoratori a cui il prossimo 30 settembre scadrà la cassa integrazione straordinaria per cessata attività e che non hanno ancora trovato una sistemazione stabile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrale del latte: torna la protesta a Tursi

GenovaToday è in caricamento