menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Iren Genova: riprende lo stato di agitazione dei lavoratori

Dopo la sospensione dello stato di agitazione a causa dell'alluvione, i lavoratori di Iren Genova riprendono la protesta contro la politica dell'azienda che vuole ridurre personale ed investimenti

Le RSU del Gruppo Iren Genova (ex AMGA) informano la cittadinanza con una nota della ripresa dello stato di agitazione indetto dalle organizzazioni sindacali e responsabilmente sospeso a seguito dei gravi disagi causati alla città dall'alluvione del 4 novembre scorso.

Il dissenso dei lavoratori nasce da una politica di Gruppo che persegue obiettivi finanziari con conseguente massiccia riduzione degli investimenti e naturali successive pesanti ricadute in termini di servizio e sicurezza nei confronti della cittadinanza.  

"La riduzione degli investimenti - si legge nella nota - e l’attenzione alle esigenze del mercato azionario porta come prima conseguenza ad una riduzione di personale attuata tramite la mancata ricopertura del turn over lavorativo (sostituzione dei pensionamenti) creando una diminuzione di posti di lavoro per la città di Genova".  

"Contestiamo l’atteggiamento della Direzione Aziendale che quantifica l’esubero delle unità lavorative a prescindere dalle professionalità e dai ruoli ricoperti, creando criticità operative sul territorio che potrebbero determinare forti problemi in particolari situazioni.  Ci scusiamo con la cittadinanza per eventuali disagi che potranno verificarsi a seguito del nostro stato di agitazione ma siamo consapevoli che la nostra mobilitazione è a favore della qualità del servizio pubblico e a tutela dei posti di lavoro". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento