Cronaca Cornigliano / Corso Ferdinando Maria Perrone

Riti voodoo per costringerle a prostituirsi, in cinque a processo

Per essere liberate dalla maledizione dovevano prostituirsi. Così cinque nigeriani, quattro donne e un uomo, tenevano soggiogate giovani prostitute connazionali

Per essere liberate dalla maledizione dovevano prostituirsi. Così cinque nigeriani, quattro donne e un uomo, tenevano soggiogate giovani prostitute connazionali. Il pubblico ministero Giovanni Arena ha concluso le indagini. I cinque sono accusati di associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione.

 

Secondo quanto sostiene l'accusa, gli aguzzini sottoponevano le donne a un rito voodoo denominato 'juju': venivano prelevati qualche ciuffo di capelli, alcuni indumenti e oggetti personali per poi fare credere alle vittime di essere state colpite da una maledizione.

Alla fine di ogni prestazione, gli aguzzini si facevano consegnare i proventi dell'attività dalle vittime, operanti nel ponente di Genova.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riti voodoo per costringerle a prostituirsi, in cinque a processo

GenovaToday è in caricamento